occhio
mosaico_learning_logo
Ecco il modo migliore per realizzare il peggior corso E-learning 1
mosaico_logo_elearning
p11
Ecco il modo migliore per realizzare il peggior corso E-learning 1

Every day, our brains are bombarded by a barrage of notifications and an onslaught of information and new content to explore and learn Yet we're also subjected to a myriad of variables that distract us.

 

Key data on the use of mobile devices, the internet and social media provide some food for thought: having access to such vast amounts of different tools and information can lead to a strong feeling of cognitive disorientation.

 

There’s a reason for all of this.

What we call the attention curve is the short frame of time when our minds are physiologically able to concentrate on a certain topic and so are primed and ready for successful learning.

Attention sky rockets and peaks in about 7 minutes, and then begins to decrease.

 

Various cognitive psychology theories agree on one thing: if the cognitive load (i.e. the amount of information that our memory has to process within a certain period of time) is too high, it may use up the cognitive resources required to learn and become gridlocked.

 

In light of these studies and theories, this easybook provides some tips to help you learn in the best way possible, stress-free and enthusiastically.

 

With this book you’ll learn:
 

•    The inbuilt mechanisms of your brain that influence learning

•    How to manage cognitive load using two key tools: content segmentation and pacing

•    The 7Minutes solution, the cornerstones when it comes to accessible, micro and mobile online training.

CONTATTACI

Il ruolo del trainer nella formazione formale e informale

2018-05-23 03:03

mosaicoelearning

Digital learning, steve Jobs, crisi, storyline, online, microsoft, beta, screenr, corso, screencast, trainer, conferenza, corsi elearning, Articulate Replay, archivi, video interattivo, Articulate 360, rise, video 3d,

Il ruolo del trainer nella formazione formale e informale

shutterstock290150861-.jpg
banner21-1024x230-.png

Nell’articolo di ieri abbiamo parlato di come il trainer moderno si muove in due aree di interesse della formazione, che possiamo definire: strutturata e utile.


shutterstock290150861-e1527051688849-.jpg

Il ruolo del trainer nella formazione strutturata

Considero questo aspetto più del tradizionale ruolo di trainer che incontra i proprietari dei contenuti, ne capisce i bisogni e attua un piano di formazione. Il ruolo del trainer deve puntare a progettare un'esperienza di apprendimento specifica per raggiungere un obiettivo specifico.


roletrainer-1-1-.png

C'è molto valore in un processo di formazione formale. Un piano di formazione ben progettato può accelerare i tempi di apprendimento e mitigazione di potenziali problemi. Ad esempio, molte persone hanno accesso ai contenuti, ma ciò non significa che i contenuti siano controllati o conformi alle esigenze dell’azienda.


Inoltre, la formazione sulla conformità e quella normativa spesso devono avere contenuti specifici ed essere consegnati in un certo modo. In quei casi, la struttura è importante.


Il ruolo del trainer nella formazione utile

Questo è quello di cui hanno bisogno la maggior parte delle persone. Hanno dei bisogni, li ricercano e poi applicano nel mondo reale quello che hanno imparato. Significa che sono diventati esperti? No. Ma vuol dire che hanno ottenuto abbastanza informazioni per completare alcuni dei loro compiti.


roletrainer-2-1-.png

Allora, qual è il tuo ruolo in questo mondo?


  •     Cura il contenuto. Solo perché possiamo trovare informazioni non significa che siano sempre pertinenti. E ci vuole tempo per trovarlo. Il trainer è un canale per l'esperto. Cura informazioni importanti e le rende facilmente disponibili a coloro che ne hanno bisogno.
  •     Costruisci una rete di studenti. Una è costruita attorno a un interesse condiviso e al desiderio di crescere nelle competenze. Trova i modi per connettere gli studenti in modo che possano comunicare, condividere e imparare gli uni dagli altri.
  •     Mantieni la formazione ad un livello informale.

C'è un posto per la formazione formale e strutturata (vedi sopra) e c'è un posto per mantenerla più utile. In questo caso consenti alle persone di scegliere il contenuto che meglio soddisfa le loro esigenze.


Ricorda che una buona iniziativa formativa si basa sia sugli aspetti informali che su quelli formali dell'apprendimento e vede i suoi trainer come responsabili di comunità che riescono a coordinare contenuti e persone.


 


 


Clicca qui per la dell’articolo!

 


 


Traduzione autorizzata tratta dal post originale di Tom Kuhlmann sul “Rapid E-Learning Blog”.Il post originale è disponibile qui.Ti è piaciuto questo articolo? Segnalalo ai tuoi colleghi!

Articulate

Per acquistare o ricevere informazioni sui prodotti Articulate articulate@mosaicoelearning.it
 

Digital Learning

Per richiedere un preventivo su corsi o servizi corsi@mosaicoelearning.it

Digital Learning

Per richiedere un preventivo su corsi o servizi corsi@mosaicoelearning.it

MOSAICOELEARNING SRL 
VIA DEL MELOGRANO, 77

97100 RAGUSA RG

C.F./P.IVA: 01638210888

09321855211 – 3348437664

DPO

Per qualunque informazione e/o segnalazione riguardante la privacy e la protezione dei dati personali dpo@mosaicoelearning.it
 

Assistenza

Per richiedere assistenza o segnalare malfunzionamenti assistenza@mosaicoelearning.it
 

Assistenza

Per richiedere assistenza o segnalare malfunzionamenti assistenza@mosaicoelearning.it
 

Training

Per ricevere informazioni sulle attività di training in aula o online training@mosaicoelearning.it
 

Training

Per ricevere informazioni sulle attività di training in aula o online training@mosaicoelearning.it
 

risorsa 13

facebook
instagram
twitter
linkedin

www.mosaicoelearning.it @ All Right Reserved 2022 - Sito Realizzato da Flazio Experience

PRIVACY POLICY  |  COOKIE POLICY | MODELLO ESERCIZIO DEI DIRITTI

k2.svg
k1.svg
k4.svg
p2.svg
k5.svg
k3.svg
Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder