occhio
mosaico_learning_logo
Ecco il modo migliore per realizzare il peggior corso E-learning 1
mosaico_logo_elearning
p11
Ecco il modo migliore per realizzare il peggior corso E-learning 1

Every day, our brains are bombarded by a barrage of notifications and an onslaught of information and new content to explore and learn Yet we're also subjected to a myriad of variables that distract us.

 

Key data on the use of mobile devices, the internet and social media provide some food for thought: having access to such vast amounts of different tools and information can lead to a strong feeling of cognitive disorientation.

 

There’s a reason for all of this.

What we call the attention curve is the short frame of time when our minds are physiologically able to concentrate on a certain topic and so are primed and ready for successful learning.

Attention sky rockets and peaks in about 7 minutes, and then begins to decrease.

 

Various cognitive psychology theories agree on one thing: if the cognitive load (i.e. the amount of information that our memory has to process within a certain period of time) is too high, it may use up the cognitive resources required to learn and become gridlocked.

 

In light of these studies and theories, this easybook provides some tips to help you learn in the best way possible, stress-free and enthusiastically.

 

With this book you’ll learn:
 

•    The inbuilt mechanisms of your brain that influence learning

•    How to manage cognitive load using two key tools: content segmentation and pacing

•    The 7Minutes solution, the cornerstones when it comes to accessible, micro and mobile online training.

CONTATTACI

La Differenza che i Big Data Possono Fare per l'E-Learning - Prima Parte

2016-07-28 08:57

mosaicoelearning

Digital learning, Trend, steve Jobs, crisi, slide, corsi elearning, role play, scenari interattivi,

La Differenza che i Big Data Possono Fare per l'E-Learning - Prima Parte

bigdata-.jpg


Non direi di essere una persona portata per la matematica. In realtà, direi che sono proprio l'opposto: preferisco di gran lunga le parole ai numeri. Tuttavia, quando si tratta di presentare dei contenuti alle persone giuste, mi sono reso conto che i numeri e i dati sono fondamentali per il successo della formazione e dello sviluppo.


blog-graphics59blog-header-copy-49-.jpg

Grazie alla tecnologia siamo ora in grado di catturare incredibili, anche se a volte enormi, quantità di “big data”, che Wikipedia definisce come:


«Un termine per i set di dati che sono così grandi e complessi che le applicazioni di elaborazione dei dati tradizionali sono inadeguate... il termine si riferisce spesso semplicemente all'utilizzo di analisi predittiva o alcuni altri metodi avanzati di analisi dei dati che estraggono il valore dai dati, e raramente a una particolare dimensione di set di dati. Precisione nei “big data” può portare ad un processo decisionale più sicuro e decisioni migliori, e quindi una maggiore efficienza operativa, riduzione dei costi e rischio ridotto.».


Big Data possono portare a decisioni migliori e più sicure che si traducono in una maggiore efficienza operativa. Sono informazioni che possiamo utilizzare per migliorare il nostro processo di elearning e la progettazione.


bigdata-.jpg

I dati possono aiutare a determinare il contenuto dei corsi

Ovunque si guardi ci sono dati. All'interno di tutti questi numeri, ci sono le informazioni per i progettisti elearning e per gli esperti in materia (PMI) possono usare per determinare ciò che dovrebbe essere incluso in un corso. Utilizzando i dati dal sistema di Customer Relationship Management (CRM), sistema di gestione (LMS), il sistema di gestione delle prestazioni, e altri documenti aziendali di apprendimento, si è in grado di sviluppare contenuto mirati, precisi per soddisfare le esigenze di apprendimento.


Per esempio, se si scopre che gli addetti al costumer care rispondono periodicamente alle domande dei clienti su come aggiungere più soldi al saldo delle loro care regalo, ciò potrebbe indicare la necessità di effettuare maggiore formazione per i clienti in merito a tale argomento, magari inserendo dei tutorial o delle FAQ sul punto.


Oppure, se gli infortuni sul lavoro sono aumentati nella vostra azienda, questo potrebbe indicare la necessità di un aggiornamento in materia di formazione sulla sicurezza sul lavoro.


seconda parte dell'articolo!


 


Traduzione autorizzata. Fonte.Ti è piaciuto questo articolo? Segnalalo ai tuoi colleghi o utilizza i tasti social in alto per condividerlo!

Articulate

Per acquistare o ricevere informazioni sui prodotti Articulate articulate@mosaicoelearning.it
 

Digital Learning

Per richiedere un preventivo su corsi o servizi corsi@mosaicoelearning.it

Digital Learning

Per richiedere un preventivo su corsi o servizi corsi@mosaicoelearning.it

MOSAICOELEARNING SRL 
VIA DEL MELOGRANO, 77

97100 RAGUSA RG

C.F./P.IVA: 01638210888

09321855211 – 3348437664

DPO

Per qualunque informazione e/o segnalazione riguardante la privacy e la protezione dei dati personali dpo@mosaicoelearning.it
 

Assistenza

Per richiedere assistenza o segnalare malfunzionamenti assistenza@mosaicoelearning.it
 

Assistenza

Per richiedere assistenza o segnalare malfunzionamenti assistenza@mosaicoelearning.it
 

Training

Per ricevere informazioni sulle attività di training in aula o online training@mosaicoelearning.it
 

Training

Per ricevere informazioni sulle attività di training in aula o online training@mosaicoelearning.it
 

risorsa 13

facebook
instagram
twitter
linkedin

www.mosaicoelearning.it @ All Right Reserved 2022 - Sito Realizzato da Flazio Experience

PRIVACY POLICY  |  COOKIE POLICY | MODELLO ESERCIZIO DEI DIRITTI

k2.svg
k1.svg
k4.svg
p2.svg
k5.svg
k3.svg
Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder