occhio
mosaico_learning_logo
Ecco il modo migliore per realizzare il peggior corso E-learning 1
mosaico_logo_elearning
p11
Ecco il modo migliore per realizzare il peggior corso E-learning 1

Every day, our brains are bombarded by a barrage of notifications and an onslaught of information and new content to explore and learn Yet we're also subjected to a myriad of variables that distract us.

 

Key data on the use of mobile devices, the internet and social media provide some food for thought: having access to such vast amounts of different tools and information can lead to a strong feeling of cognitive disorientation.

 

There’s a reason for all of this.

What we call the attention curve is the short frame of time when our minds are physiologically able to concentrate on a certain topic and so are primed and ready for successful learning.

Attention sky rockets and peaks in about 7 minutes, and then begins to decrease.

 

Various cognitive psychology theories agree on one thing: if the cognitive load (i.e. the amount of information that our memory has to process within a certain period of time) is too high, it may use up the cognitive resources required to learn and become gridlocked.

 

In light of these studies and theories, this easybook provides some tips to help you learn in the best way possible, stress-free and enthusiastically.

 

With this book you’ll learn:
 

•    The inbuilt mechanisms of your brain that influence learning

•    How to manage cognitive load using two key tools: content segmentation and pacing

•    The 7Minutes solution, the cornerstones when it comes to accessible, micro and mobile online training.

CONTATTACI

Tre Motivi per non Usare la Narrazione Audio nei Corsi E-Learning

2015-11-05 07:16

mosaicoelearning

Digital learning, steve Jobs, crisi, storyline, online, beta, conferenza, suggerimenti, scorciatoie, archivi, Gino Roncaglia,

icon-.jpg
banner21-1024x230-.png

La narrazione audio fa parte delle risorse multimediali e aggiunge molto valore ai corsi elearning. Tuttavia ci sono delle volte in cui l’uso dell’audio è sconsigliato.


audio-narration-.png

Non usare la narrazione audio quando gli allievi non lo possono sentire

Se gli allievi che devono seguire il corso non possono ascoltare la narrazione audio, allora non ha senso includerlo. Questo probabilmente ti sembrerà ovvio, ma spesso chi progetta i corsi elearning non incontra gli allievi che dovranno seguire il corso, così non possiamo essere informati sulle loro limitazioni audio. Infatti, molte persone con cui ho parlo consegnano un corso ultimato senza avere la possibilità di conoscere l’audience a cui esso è destinato.


Ci sono solitamente tre principali ragioni per cui una persona non può ascoltare il corso:


  • Tecnologia. Molte persone possono seguire un corso elearning da computer che non supportano l’audio: come per esempio postazioni senza scheda audio o speaker. Non è così comune come una volta, ma è sempre una buona norma chiedere al cliente se l’utente finale avrà accesso a un personal computer che supporta l’audio e se hanno bisogno di cuffie.
  • Ambiente. Alcune persone accedono ai moduli online da computer condivisi in un ambiente di produzione. Molti di questi sistemi non hanno output audio, e anche se l’avessero, l’ambiente sarebbe troppo rumoroso per poterlo ascoltare.
  • Disabilità uditive. Potresti avere allievi non udenti o ipoudenti. In questi casi, avrai bisogno di effettuare delle modifiche così che possano seguire tutti i contenuti del corso. Alcune aziende già richiedono contenuti accessibili. Ed anche se non espressamente richiesto dal cliente, è sempre una buona idea o qualche forma di trascrizione per coloro che ne hanno bisogno. Ecco un e-book che parla delle migliori norme per 508 contenuti accessibili.
Non usare la narrazione audio se hai un budget ristretto

Produrre una buona narrazione audio richiede tempo e denaro. Avrai bisogno di scrivere, provare e approvare il testo in modo che dia l’impressione di un dialogo reale. Ecco cosa succede di solito:


  • Scrivere il copione
  • Revisionare il copione con gli esperti in materia.
  • Riscrivere il copione.
  • Revisionare ancora.
  • Riscrivere il copione.
  • Registrare la narrazione audio e rendersi conto che il copione non suona bene.
  • Riscrivere il copione.
  • Registrare la narrazione audio.
  • Revisionare la versione finale del corso e sentirsi dire da un manager di alto livello che non gli piace l’audio e per l’ufficio legale è necessario fare qualche modifica.
  • Ripetere dal principio.

Tornando seri, produrre una narrazione audio necessita tempo e aggiunge molte variabili al processo di produzione con la necessità di incontri extra. Se non hai le risorse, è meglio evitare di introdurre la narrazione audio piuttosto che farla male o perdere tempo.


Non usare la narrazione audio se lo speaker non è un professionista

Ho dei sentimenti contrastanti a proposito di questo punto. C’è molto da dire in merito all’uso della voce autentica di una persona reale. E la realtà è che in molti casi, ha senso registrare la propria narrazione audio. Tuttavia, c’è una grande differenza fra una buona voce che parla e un narratore professionista.


  • Necessità di avere un attore. Qualcuno una volta mi ha detto che quello che ci vuole non è un narratore professionista, ma un attore. Ed anche registrare la voce dell’esperto in materia, anche se ha una buona voce, non è la stessa cosa di avere una persona qualificata come un attore.
  • Non è necessario spendere una fortuna. Ci sono molti modi di ingaggiare una buona voce di talento ad un costo ragionevole. Fiverr e servizi come Voice123 sono dei buoni portali. Inoltre, puoi sempre trovare qualche sviluppatore elearning freelance che può produrre il suo proprio audio.

Dall’altro lato, se vuoi registrare la tua narrazione audio, puoi:


  • Acquistare un buon microfono. Io uso un Samson C01U & C03U. Viaggia con il microfono portatile GoMic, infine uso uno Yeti Pro per la maggior parte delle mie registrazioni. Sono tutti ottimi microfoni. Puoi comunque acquistare un buon microfono a partire da 70€.
  • Impara qualche trucchetto base.

In un mondo ideale hai un budget per creare il miglior corso possibile. E questo include la registrazione di una ottima narrazione audio. Tieni a mente che una cattiva registrazione è la meno tollerabile forma di multimedia. Le persone tollereranno più una immagine di qualità meno che perfetta piuttosto che una narrazione audio fatta male: se non puoi farla bene, allora è meglio non farla per niente.


Traduzione autorizzata tratta dal post originale di Tom Kuhlmann sul “Rapid E-Learning Blog”.Il post originale è disponibile qui.Ti è piaciuto questo articolo? Segnalalo ai tuoi colleghi!

Articulate

Per acquistare o ricevere informazioni sui prodotti Articulate articulate@mosaicoelearning.it
 

Digital Learning

Per richiedere un preventivo su corsi o servizi corsi@mosaicoelearning.it

Digital Learning

Per richiedere un preventivo su corsi o servizi corsi@mosaicoelearning.it

MOSAICOELEARNING SRL 
VIA DEL MELOGRANO, 77

97100 RAGUSA RG

C.F./P.IVA: 01638210888

09321855211 – 3348437664

DPO

Per qualunque informazione e/o segnalazione riguardante la privacy e la protezione dei dati personali dpo@mosaicoelearning.it
 

Assistenza

Per richiedere assistenza o segnalare malfunzionamenti assistenza@mosaicoelearning.it
 

Assistenza

Per richiedere assistenza o segnalare malfunzionamenti assistenza@mosaicoelearning.it
 

Training

Per ricevere informazioni sulle attività di training in aula o online training@mosaicoelearning.it
 

Training

Per ricevere informazioni sulle attività di training in aula o online training@mosaicoelearning.it
 

risorsa 13

facebook
instagram
twitter
linkedin

www.mosaicoelearning.it @ All Right Reserved 2022 - Sito Realizzato da Flazio Experience

PRIVACY POLICY  |  COOKIE POLICY | MODELLO ESERCIZIO DEI DIRITTI

k2.svg
k1.svg
k4.svg
p2.svg
k5.svg
k3.svg
Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder