occhio
mosaico_learning_logo
Ecco il modo migliore per realizzare il peggior corso E-learning 1
mosaico_logo_elearning
p11
Ecco il modo migliore per realizzare il peggior corso E-learning 1

Every day, our brains are bombarded by a barrage of notifications and an onslaught of information and new content to explore and learn Yet we're also subjected to a myriad of variables that distract us.

 

Key data on the use of mobile devices, the internet and social media provide some food for thought: having access to such vast amounts of different tools and information can lead to a strong feeling of cognitive disorientation.

 

There’s a reason for all of this.

What we call the attention curve is the short frame of time when our minds are physiologically able to concentrate on a certain topic and so are primed and ready for successful learning.

Attention sky rockets and peaks in about 7 minutes, and then begins to decrease.

 

Various cognitive psychology theories agree on one thing: if the cognitive load (i.e. the amount of information that our memory has to process within a certain period of time) is too high, it may use up the cognitive resources required to learn and become gridlocked.

 

In light of these studies and theories, this easybook provides some tips to help you learn in the best way possible, stress-free and enthusiastically.

 

With this book you’ll learn:
 

•    The inbuilt mechanisms of your brain that influence learning

•    How to manage cognitive load using two key tools: content segmentation and pacing

•    The 7Minutes solution, the cornerstones when it comes to accessible, micro and mobile online training.

CONTATTACI

Come Scegliere il Giusto Software per l'E-Learning - Prima Parte

2016-06-22 03:46

mosaicoelearning

Digital learning, steve Jobs, crisi, storyline, online, microsoft, beta, screenr, conferenza, corsi elearning, archivi,

Come Scegliere il Giusto Software per l'E-Learning - Prima Parte

shutterstock163721084-.jpg


 


banner21-1024x230-.png

Ricevo un sacco di domande circa l'acquisto di software per l’elearning. Trovo ridicole le liste di controllo che alcuni gruppi IT creano per confrontare i software. Di solito danno più importanza ad una serie di caratteristiche (a prescindere dal loro valore reale) che su come queste caratteristiche sono usate per creare i corsi online.


350-choose-.png

Quando si tratta di scegliere il software, può essere difficile sapere che cosa cercare e quali domande porre. Ecco alcuni consigli per aiutarvi a trovare gli strumenti giusti, evitando le informazioni di marketing fuorvianti del fornitore.


Selezionare il software E-Learning attraverso la comprensione del tipo di strumenti

La prima cosa da sapere è conoscere i tipi di strumenti di authoring e sapere come funzionano. Generalmente esistono tre tipi di strumenti di authoring per l'apprendimento on-line: form-based, freeform e video.


Authoring form-based

Le applicazioni form-based non richiedono alcuna programmazione perché usano form pre-realizzati dove aggiungere i contenuti. Il software è progettato per fornire delle potenzialità molto specifiche. Tutto quello che devi fare è aggiungere i tuoi contenuti, i software fa il resto.


freeform-1-.png

Questo è ottimo perché non c'è bisogno di essere un programmatore o designer per utilizzare gli strumenti. Tutto ciò che devi fare è creare il contenuto, scegliere il form e pubblicare. La programmazione e la progettazione viene fatta dal software.


La maggior parte delle applicazioni sono quiz basati su form. Ci sono punti in cui si aggiungono le domande, scelte, e le risposte. Ma non è necessario apportare modifiche alla progettazione. Un altro buon esempio di strumento basato su form è


Articulate Engage

. Si seleziona un tipo di interazione, si aggiunge il contenuto e si pubblica. Semplicissimo!


L’authoring form-based è ottimo perché è facile e veloce. Lo svantaggio è che il form viene progettato con un numero di personalizzazioni limitate. Di solito si possono scegliere i moduli i colori, ma principalmente il design è statico.


L’authoring freeform

Le applicazioni freeform offrono molta più flessibilità. In genere si inizia con una schermata vuota. Si determina il layout, il posizionamento dei contenuti, interazioni, e visual design. Anche se non è troppo complicato fare questo, richiede più esperienza di una semplice aggiunta di contenuto ad un form. È necessario capire come ottenere qualcosa da guardare e lavorare in un certo modo.


freeform-3-.png

Naturalmente, sarà necessario conoscere approfonditamente l'applicazione. Ciò significa dare importanza alla curva di impegno di tempo e di apprendimento e non solo inserire del contenuto in un form e pubblicare.


Una soluzione ibrida è l’authoring freeform basato su PowerPoint. Essenzialmente sfutterai le tue abilità in PowerPoint per costruire il contenuto e tutto ciò che si crea in PowerPoint viene convertito in un corso elearning. Questo è un facile punto di partenza ma PowerPoint pone dei limiti.


Personalmente, amo l’authoring basato su PowerPoint, ma se dovessi scegliere, mi piacerebbe usare qualcosa come


Storyline

perché è facile da imparare e nel lungo periodo fornisce molto più valore alla progettazione elearning. Ad esempio, in PowerPoint non è possibile utilizzare le variabili quando si inizia la creazione di corsi. Tuttavia, è possibile con


Storyline

.


Alcuni strumenti di authoring richiedono competenze di programmazione aggiuntive come ActionScript, JavaScript o HTML. Oppure si possono modificare gli strumenti offerti aggiungendo widget e add-on. Ho sentimenti contrastanti su questo approccio. È buono per coloro che vogliono creare lo scheletro del loro corso per poi estendere la progettazione con il software


Storyline

.


Tuttavia, ciò che non mi piace è che i widget  richiedono caratteristiche che vanno al di fuori del resto del corso e spesso non si è in grado di modificare in modo efficace i widget e gli add-on. Questo crea un sacco di lavoro in più e può essere frustrante. Questo è solo qualcosa da tenere a mente quando stai valutando i tuoi strumenti.


In realtà, questo è una delle cose che mi piace di più in


Storyline

. Storyline si concentra attorno a dei trigger che non richiedono programmazione speciale. E non richiedono particolari add-on per le interazioni. È possibile costruire quello che ti serve; se si crea un'interazione dovrà essere realizzata come tutto il resto. E tutto quello che viene realizzato può essere salvato come modello e condiviso (con tutto l'interattività intatta), che elimina la necessità di avere un gruppo di interazioni add-on, principalmente.


Clicca qui per la dell'articolo!


Traduzione autorizzata tratta dal post originale di Tom Kuhlmann sul “Rapid E-Learning Blog”.Il post originale è disponibile qui.Ti è piaciuto questo articolo? Segnalalo ai tuoi colleghi!

Articulate

Per acquistare o ricevere informazioni sui prodotti Articulate articulate@mosaicoelearning.it
 

Digital Learning

Per richiedere un preventivo su corsi o servizi corsi@mosaicoelearning.it

Digital Learning

Per richiedere un preventivo su corsi o servizi corsi@mosaicoelearning.it

MOSAICOELEARNING SRL 
VIA DEL MELOGRANO, 77

97100 RAGUSA RG

C.F./P.IVA: 01638210888

09321855211 – 3348437664

DPO

Per qualunque informazione e/o segnalazione riguardante la privacy e la protezione dei dati personali dpo@mosaicoelearning.it
 

Assistenza

Per richiedere assistenza o segnalare malfunzionamenti assistenza@mosaicoelearning.it
 

Assistenza

Per richiedere assistenza o segnalare malfunzionamenti assistenza@mosaicoelearning.it
 

Training

Per ricevere informazioni sulle attività di training in aula o online training@mosaicoelearning.it
 

Training

Per ricevere informazioni sulle attività di training in aula o online training@mosaicoelearning.it
 

risorsa 13

facebook
instagram
twitter
linkedin

www.mosaicoelearning.it @ All Right Reserved 2022 - Sito Realizzato da Flazio Experience

PRIVACY POLICY  |  COOKIE POLICY | MODELLO ESERCIZIO DEI DIRITTI

k2.svg
k1.svg
k4.svg
p2.svg
k5.svg
k3.svg
Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder