occhio
mosaico_learning_logo
Ecco il modo migliore per realizzare il peggior corso E-learning 1
mosaico_logo_elearning
p11
Ecco il modo migliore per realizzare il peggior corso E-learning 1

Every day, our brains are bombarded by a barrage of notifications and an onslaught of information and new content to explore and learn Yet we're also subjected to a myriad of variables that distract us.

 

Key data on the use of mobile devices, the internet and social media provide some food for thought: having access to such vast amounts of different tools and information can lead to a strong feeling of cognitive disorientation.

 

There’s a reason for all of this.

What we call the attention curve is the short frame of time when our minds are physiologically able to concentrate on a certain topic and so are primed and ready for successful learning.

Attention sky rockets and peaks in about 7 minutes, and then begins to decrease.

 

Various cognitive psychology theories agree on one thing: if the cognitive load (i.e. the amount of information that our memory has to process within a certain period of time) is too high, it may use up the cognitive resources required to learn and become gridlocked.

 

In light of these studies and theories, this easybook provides some tips to help you learn in the best way possible, stress-free and enthusiastically.

 

With this book you’ll learn:
 

•    The inbuilt mechanisms of your brain that influence learning

•    How to manage cognitive load using two key tools: content segmentation and pacing

•    The 7Minutes solution, the cornerstones when it comes to accessible, micro and mobile online training.

CONTATTACI

10 Cose da Sapere su Design e Design Thinking per l’eLearning

2015-02-18 09:19

mosaicoelearning

Digital learning, steve Jobs, designer, eleaning, modello addie, processo di design, disordine, empatia, contesto, prototipi, collaborazione, approccio human-centered, Tim Brown, Roger Martin, Paula Sirar, facebook,



icon-.jpg

Ci sono molti miti sul modo in cui pensiamo il Design.


design-thinking-.jpg

Qualcuno pensa che per fare design bisogna essere artisti. O che il design arriva come un lampo di luce nelle menti di alcuni privilegiati.


Ha senso dire, tuttavia, che non conosciamo abbastanza il design, in quanto il processo di studio del design non fa parte di un percorso standard nelle scuole.


Il design thinking non è certamente insegnato nei più importanti programmi di progettazione didattici, pur rappresentando il cuore del


modello ADDIE

. Nel modello ADDIE, ogni fase ha un esito che alimenta la fase successiva: è l'acronimo delle parole: Analysis (Analisi), Design (Disegno / progettazione), Development (Sviluppo), Implementation (Implementazione) e Evaluation (Valutazione).


Il processo di design è stato studiato, analizzato ed esaminato negli ultimi anni, e di seguito troverete le dieci cose che val la pena condividere sul design e il design thinking.


1. Il design è un processo

Il design è un approccio al problem-solving che si applica alle attività cognitive del design thinking. Questi sono i processi che i designer sfruttano per ideare e creare soluzioni.


Paula Sirar, sostenitrice del design thinking, lo definisce come “un processo creativo di pensiero a ritroso che parte dalle persone, e induce a progettare un servizio, un prodotto o qualcos’altro, sulla base delle conclusioni tratte dalle conoscenze raccolte durante il processo”.


2. Il design è disordine

Nel processo di design non c’è una linea diretta da un punto A ad un punto B. Invece, il percorso è fatto di molti scarabocchi che portano alla destinazione finale dopo molte deviazioni.


Roger Martin, autore e Decano della Rotman School of Management, sostiene che il design thinking coinvolge il “pensiero integrativo: l’abilità di sfruttare idee opposte o limitanti per creare soluzioni completamente nuove”. Il processo quindi, può essere disordinato.


3. Il design richiede empatia

Il design comporta il mettersi nei panni dell’utente, che sia cliente o allievo: significa vedere il mondo con i suoi occhi. Design efficaci spostano il pensiero dalla tecnologia o dagli oggetti alle persone. È basato su quello di cui gli esseri umani hanno bisogno per migliorare le loro condizioni – per rendere le cose migliori e più facili.


4. Le soluzioni di design si basano sul contesto

Realizzare design efficaci comporta riflessioni sull’ambiente in cui gli stessi verranno usati. Un buon design osserva le persone nel loro contesto. È necessario pensare: “come le persone useranno questo oggetto? In quale situazione le persone useranno questo corso?”.


5. Il design richiede prototipi

Una buona prassi di design consiste nella realizzazione veloce di prototipi, e nell’avere colleghi e utenti per testarlo. Nel design industriale potrebbe riguardare il prototipo di un dispositivo. Nell’elearning, potrebbe riguardare parte di un gioco o diverse interazioni.


Attraverso osservazioni e discussioni, i designer raccolgono opinioni per affinare le loro idee e rinnovare. Tim Brown, di IDEO, sostiene che il design va dal “pensare a cosa costruire a costruire in modo da pensare”.


6. Il design richiede collaborazione

Un grande design non può essere realizzato in assoluto isolamento. Il design thinking è valorizzato attraverso la collaborazione, in particolare con gruppi composti da persone con diversi background e discipline. Lavorando in vari team si produrrà una più ampia gamma di idee, e si forniranno soluzioni più innovative tra cui scegliere o da integrare.


7. Il design parte con un’ampia selezione di possibilità

Se vogliamo spingere a favore dell’innovazione e delle nuove idee, dobbiamo chiederci... “cosa accadrebbe se?”. Questo approccio ci permette di immaginare soluzioni in direzioni diverse e, a questo punto potremo affrontare le sfide, i vincoli e gli ostacoli.


8. Il design richiede tempo

È difficile essere creativi a richiesta. Certe soluzioni richiedono tempo di cuocere a fuoco lento e crescere pian pianino. Considerando che il design richiede prototipi interattivi, è necessario dar tempo alle soluzioni di rivelarsi.


9. Il design ha effetto sugli affari

Il design thinking ha influenza sui profitti. Trasforma l’approccio al business e allo sviluppo del prodotto o servizio da un calcolo numerico ad un approccio human-centered. Quale dei due è più probabile che incontrerà le necessità di clienti, utenti e allievi?


10. Il design può cambiare la società (ed il Mondo dell’apprendimento)

Il design può essere molto più potente di quello che pensi. Pensiamo agli oggetti nelle nostre case ed uffici: essi sono stati progettati. Quanti di questi hanno abbastanza potere da poter cambiare il modo in cui funziona il Mondo? Pensiamo a ogni tipo di business o servizio che i clienti apprezzano. Si tratta sempre di qualcosa che è stata progettata attraverso difficili riflessioni, opinioni ed iterazioni.


Nel Mondo dell’apprendimento possiamo pensare a cosa ci piacerebbe cambiare, come nuovi approcci per aiutare le persone a reperire le informazioni e le abilità desiderate. Possiamo usare il design thinking per fare la differenza.


Ti è piaciuto questo articolo? Segnalalo ai tuoi colleghi o utilizza i tasti social in alto per condividerlo!

Traduzione autorizzata.


Fonte

.


Articulate

Per acquistare o ricevere informazioni sui prodotti Articulate articulate@mosaicoelearning.it
 

Digital Learning

Per richiedere un preventivo su corsi o servizi corsi@mosaicoelearning.it

Digital Learning

Per richiedere un preventivo su corsi o servizi corsi@mosaicoelearning.it

MOSAICOELEARNING SRL 
VIA DEL MELOGRANO, 77

97100 RAGUSA RG

C.F./P.IVA: 01638210888

09321855211 – 3348437664

DPO

Per qualunque informazione e/o segnalazione riguardante la privacy e la protezione dei dati personali dpo@mosaicoelearning.it
 

Assistenza

Per richiedere assistenza o segnalare malfunzionamenti assistenza@mosaicoelearning.it
 

Assistenza

Per richiedere assistenza o segnalare malfunzionamenti assistenza@mosaicoelearning.it
 

Training

Per ricevere informazioni sulle attività di training in aula o online training@mosaicoelearning.it
 

Training

Per ricevere informazioni sulle attività di training in aula o online training@mosaicoelearning.it
 

risorsa 13

facebook
instagram
twitter
linkedin

www.mosaicoelearning.it @ All Right Reserved 2022 - Sito Realizzato da Flazio Experience

PRIVACY POLICY  |  COOKIE POLICY | MODELLO ESERCIZIO DEI DIRITTI

k2.svg
k1.svg
k4.svg
p2.svg
k5.svg
k3.svg
Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder